Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »



Una nuova risorsa per gli assistenti sociali: una raccolta di siti selezionati, legati al mondo del sociale e divisi per categoria.

SocialDIR
Segnala gratis il tuo sito!

Scopri come seguendo questo link »
petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali

AssistentiSociali.org si fa promotore della petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali. Invitiamo tutti gli ospiti del sito a visitare la sezione relativa seguendo questo link.

Partner

Agenzia di servizi informatici e pubblicitari

Benvenuto su AssistentiSociali.Org
Il portale di servizio sociale
dedicato ai professionisti e gli operatori di settore

[Sezione focus]
La nuova sezione di AssistentiSociali.org dedicata agli approfondimenti. La prima pubblicazione: la Riforma degli Ordini Professionali
:: Aggiornamenti ::

11/03/2016 - Novità!
Pubblicate le date dell'Esame di Stato 2016

13/04/2015 - Novità!
Pubblicate le date dell'Esame di Stato 2015

guarda lo storico »
:: L'ultimo articolo ::

Fight club, l’integrazione del sé come processo sociale
Sono passati ormai 20 anni dal romanzo di Chuck Palahniuk, una sorta di thriller ad altissimo tasso di violenza, ma anche una sfida sociologica, a denunciare le aberrazioni dell’epoca in cui viviamo, e i suoi falsi valori, con una carica suggestiva esemplare, e da cui tre anni dopo fu tratto lo stupendo film di David Fincher con Brad Pitt, Edward Norton e Helena Bonham Carter, dove visionarietà e realismo marciano appaiati, anzi facendo a pugni: la provocazione è mirata a far risaltare meglio le falle del sistema in cui viviamo…
Fight Club è stato ed è tuttora la rappresentazione di un disagio esistenziale profondo che caratterizza la società moderna, e insieme la traccia di un processo di realizzazione del sé che è stato chiamato da Jung “individuazione” - e che può essere visto come una metafora dell’operare del Servizio Sociale per la migliore integrazione dei soggetti nel contesto di riferimento grazie alla presa di (continua...)








Last updated 2011-11-21

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


N.d.R.

Il progetto AssistentiSociali.org è auto-finanziato e ha bisogno anche del tuo aiuto: coloro che lo desiderano, possono aiutarci a sostenere le spese di mantenimento che annualmente affrontiamo cliccando sul pulsante a fianco.
Le donazioni sono libere e avvengono in maniera sicura (garantisce PayPal!). Inoltre i donatori saranno ringraziati pubblicamente in una apposita sezione (salvo esplicita richiesta di anonimato).
Grazie a tutti voi, a presto!

AssistentiSociali.org

Gli assistenti sociali, i futuri assistenti sociali e coloro che per qualsiasi ragione hanno a che fare con il mondo del servizio sociale troveranno nel presente portale sempre più risorse aggiornate, professionali e rigorosamente fruibili gratuitamente.

Richiamiamo l’attenzione al blog, che raccoglie articoli di amici e colleghi che riportano fatti e/o esperienze personali, ai quali va il nostro grazie per il loro contributo.
Vi invitiamo ad usare il forum per un confronto con i colleghi, per le richieste, le segnalazioni, ecc.

Vi invitiamo a segnalare guasti, correzioni, note e suggerimenti relativi a questo sito sul forum, seguendo questo collegamento »

Approfondimento

Il portale è ricco di contenuti. Per migliorare la visibilità di quelli più interni e stuzzicare l’interesse alla lettura, riproporremo alcuni dei contributi anche datati ma sempre attuali.

Le trasformazioni epocali che stiamo vivendo ci pongono criticità inedite che chiedono di riconsiderare punti di vista, modelli interpretativi e modalità di intervento sociale. Il collega Luigi Colaianni ci propone l'approccio dell’agency e il paradigma discorsivo.

A voi che siete interessati a Per un servizio sociale trasformativo: approccio dell’agency e narrazione, buona lettura!

:: Ultimi articoli dal blog ::

»  Fight club, l’integrazione del sé come processo sociale

»  L’assistente sociale: destra o sinistra? (3^ parte)

»  L’assistente sociale: destra o sinistra? (2^ parte)

»  L’assistente sociale: destra o sinistra? (1^ parte)

»  Resilienza: abbandonare l’approccio lineare e considerare la fragilità come ricchezza umana

»  Nuovi giovani per nuove droghe. Come arrivare ai ragazzi in modo più credibile e più vicino al loro mondo?

»  Strumenti e tecniche di relazione per assistenti sociali e operatori che lavorano con l’utenza migrante (4° parte)

»  Strumenti e tecniche di relazione per assistenti sociali e operatori che lavorano con l’utenza migrante (3° parte)

»  Strumenti e tecniche di relazione per assistenti sociali e operatori che lavorano con l’utenza migrante (2° parte)

»  Strumenti e tecniche di relazione per assistenti sociali e operatori che lavorano con l’utenza migrante (1° parte)

»  L’assistente sociale apicale (8° parte)

»  L’assistente sociale apicale (7° parte)

»  L’assistente sociale apicale (6° parte)

»  L’assistente sociale apicale (5° parte)

:: Ultimi post del forum ::
:: In primo piano ::

Il colloquio di lavoro
Se il colloquio è lo strumento principe dell’assistente sociale, visto che è lui a condurlo con chi ha bisogno di aiuto, nel caso di ricerca di lavoro le parti si invertono: è il selezionatore a condurre il colloquio. L’assistente sociale-interlocutore passivo non è solo un “salto di barricata”, ma un’esperienza interessante da fare per conoscersi e padroneggiarsi meglio. D’altra parte saper affrontare bene un colloquio di lavoro è un’arte che si apprende e serve per vivere. Si tratta generalmente di sedersi di fronte a uno sconosciuto per pochi minuti per vendere se stessi, il vostro talento, le vostre competenze.

E’ un’arte che si apprende, dicevo. Quindi (continua...)


Formazione permanente e identità professionale nel servizio sociale
Il concetto di formazione permanente nasce da alcune premesse. Com’è noto, l’idea che l’uomo non possa sottrarsi all’esigenza di un apprendimento permanente è molto antica in quanto scaturisce, in modo naturale e spontaneo, anche dal bisogno della semplice lettura dei dati dell’esperienza quotidiana. Negli ultimi decenni tale idea ha registrato una sensibile evoluzione e un notevole ampliamento di significato, fino ad assumere la connotazione di un fondamentale principio pedagogico: la formazione permanente. In tale contesto, dal dibattito che si è sviluppato sul piano culturale generale e su quello delle scienze dell’educazione in particolare, è emersa l’esigenza (continua...)


Per informazioni sul sito Contattaci »
Per collaborare, consulta questa pagina »