Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


Mettete un segnalibro a questa risorsa! (è sufficiente andare sul logo per vedere il nome del servizio):


BlinkList: AssistentiSociali.org Blogger: AssistentiSociali.org Bloggers: AssistentiSociali.org Blogrolling: AssistentiSociali.org co.mments: AssistentiSociali.org Connotea: AssistentiSociali.org
Del.icio.us: AssistentiSociali.org De.lirio.us: AssistentiSociali.org Digg: AssistentiSociali.org Furl: AssistentiSociali.org Google: AssistentiSociali.org LinkaGoGo: AssistentiSociali.org
Ask Italia: AssistentiSociali.org YahooMyWeb: AssistentiSociali.org Ma.gnolia: AssistentiSociali.org Onlywire: AssistentiSociali.org Segnalo: AssistentiSociali.org Smarking: AssistentiSociali.org
Slashdot: AssistentiSociali.org Taggly: AssistentiSociali.org Technorati: AssistentiSociali.org Windows Live: AssistentiSociali.org Facebook: AssistentiSociali.org

Una nuova risorsa per gli assistenti sociali: una raccolta di siti selezionati, legati al mondo del sociale e divisi per categoria.

SocialDIR
Segnala gratis il tuo sito!

Scopri come seguendo questo link »
petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali

AssistentiSociali.org si fa promotore della petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali. Invitiamo tutti gli ospiti del sito a visitare la sezione relativa seguendo questo link.


Partner

I.T.A. Solution

Licenza del sito

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.5 License.

Questo sito adotta la Creative Commons License, salvo dove espressamente specificato. Per maggiori informazioni consulta la pagina Copyright.

NEWSLETTER

Ultimi inserimenti nel Blog

Ultimi inserimenti nel Forum

Libri di servizio sociale

RSS

Ricerca sul web

Novità, Avvisi, Utilità

Il procedimento civile minorile presso il Tribunale per i Minorenni

L’entrata in vigore, in forma integrale, della L.149/2001 in materia di affido e adozione, con particolare riguardo alla procedura volta all’accertamento della dichiarazione di adottabilità del minore (italiano o straniero)

La recente entrata in vigore (1 Luglio 2007), in tutte le sue parti, della L.149/2001 ha portato alla piena applicazione delle procedure volte a tutelare maggiormente gli interessi del minore nei procedimenti che più di frequente lo riguardano.

Tale legge, nella parte entrata da poco in vigore, prevede in sintesi:

  1. Una sostanziale modifica della procedura della l.184/83 relativa alla dichiarazione dello stato di abbandono di soggetti minorenni (con il venir meno di una fase giudiziale di fronte al TM ed una più lunga fase istruttoria che si conclude con sentenza impugnabile di fronte alla Corte d'Appello)
  2. all' obbligo per cui , ex art. 37 della citata legge che ha aggiunto un ultimo comma all'art. 336 codice civile, " Per i provvedimenti di cui ai commi precedenti (sono provvedimenti relativi all'esercizio della potestà genitoriale sui minori), i genitori e il minore sono assistiti da un difensore, anche a spese dello Stato nei casi previsti dalla legge".

Per quanto sopra premesso, minori e genitori hanno diritto al difensore (d'ufficio o di fiducia). Quando però la rappresentanza legale dei minori è affidata a soggetti diversi dai genitori spetterebbe a quest'ultimo soggetto nominare il difensore per il minore.

A seguito di tale situazione, il Comune quando viene nominato Tutore del minore, quindi rappresentante legale dello stesso, riceve una richiesta dal TM di nominare un avvocato per minore.

Per adempiere a tale compito, la soluzione più consigliabile è l'utilizzo di un elenco (che comprenderà avvocati di tutta la regione) di difensori d'ufficio (e disponibili a difendere il minore a spese dello Stato) fornito direttamente dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati.

Nell’assenza di un tale elenco, ed essendo il problema attuale e di una certa urgenza, il Servizio Sociale potrà utilizzare la lista dei difensori d'ufficio presso il Tribunale per i Minorenni, con particolare favore per quelli che sono disposti a difendere il minore a Spese dello Stato e che abbiano già svolto il ruolo di curatori speciali in questo tipo di procedimenti.

Tecnicamente i passaggi sono i seguenti:

  1. Decreto del TM che dispone l’apertura di una procedura volta all'accertamento dello stato di abbandono (quindi di adottabilità) del minore; al contempo i genitori vengono sospesi dalla potestà e viene nominato un tutore (di solito Comune) con l’invito a questo di nominare un avvocato per il minore (lo stesso obbligo avranno i genitori, se non ottemperano gli verrà nominato un avvocato d'ufficio..quindi ora abbiamo un obbligo di difesa... come nel penale).
  2. Il Tutore provvede ad incaricare un avvocato
  3. Il Tutore o l’avvocato del minore già nominato provvede a richiedere al Consiglio dell'Ordine degli avvocati l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato.

:: menu ::

A cura di:
Dario Vinci

Documento soggetto a copyright.

Creation date : 2010-02-06 - Last updated : 2011-05-04

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »