Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


Mettete un segnalibro a questa risorsa! (è sufficiente andare sul logo per vedere il nome del servizio):


BlinkList: AssistentiSociali.org Blogger: AssistentiSociali.org Bloggers: AssistentiSociali.org Blogrolling: AssistentiSociali.org co.mments: AssistentiSociali.org Connotea: AssistentiSociali.org
Del.icio.us: AssistentiSociali.org De.lirio.us: AssistentiSociali.org Digg: AssistentiSociali.org Furl: AssistentiSociali.org Google: AssistentiSociali.org LinkaGoGo: AssistentiSociali.org
Ask Italia: AssistentiSociali.org YahooMyWeb: AssistentiSociali.org Ma.gnolia: AssistentiSociali.org Onlywire: AssistentiSociali.org Segnalo: AssistentiSociali.org Smarking: AssistentiSociali.org
Slashdot: AssistentiSociali.org Taggly: AssistentiSociali.org Technorati: AssistentiSociali.org Windows Live: AssistentiSociali.org Facebook: AssistentiSociali.org

Una nuova risorsa per gli assistenti sociali: una raccolta di siti selezionati, legati al mondo del sociale e divisi per categoria.

SocialDIR
Segnala gratis il tuo sito!

Scopri come seguendo questo link »
petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali

AssistentiSociali.org si fa promotore della petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali. Invitiamo tutti gli ospiti del sito a visitare la sezione relativa seguendo questo link.


Partner

I.T.A. Solution

Licenza del sito

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.5 License.

Questo sito adotta la Creative Commons License, salvo dove espressamente specificato. Per maggiori informazioni consulta la pagina Copyright.

NEWSLETTER

Ultimi inserimenti nel Blog

Ultimi inserimenti nel Forum

Libri di servizio sociale

RSS

Ricerca sul web

Novità, Avvisi, Utilità

Progettazione nel servizio sociale


Gli approcci della progettazione
Approccio "sinottico-razionale"
[3a tappa] approccio sinottico - relazionale
  • Massimamente pre-strutturato
  • Le più ingenti risorse (di tempo, economiche) sono impiegate per elaborare il progetto (inteso come prodotto cartaceo)
  • Nel progetto sono indicati dettagliatamente obiettivi e passaggi dell’intervento
  • Non c’è coinvolgimento reale dei destinatari e dei soggetti attori del progetto
  • C’è una comprensione a priori dei bisogni e comunque estranea e lontana dai soggetti "portatori del problema"
  • Gli indicatori non misureranno i risultati in termini di qualità della vita dei destinatari bensì in termini quantitativi (p.e. n° di persone che hanno frequentato, n° di colloqui, ecc.)
Approccio "concertativo" o "partecipato"
  • Si parte da un’ipotesi di cambiamento di una data realtà che è confrontata, negoziata, concertata con i destinatari. Per questo è cruciale la tappa dell’attivazione
  • Valorizza la dimensione dell’interazione sociale ed il livello cognitivo ed emotivo
  • Assume che non esista una conoscenza unica ed oggettiva della realtà esterna ma essa è il frutto delle costruzioni dell’osservatore: la realtà non è scoperta ma è inventata
  • Il problema e l’ambiente non sono dati a priori
  • Il processo d’interazione tra i diversi attori prosegue in tutte le tappe
  • Pur condividendo un impianto logico comune ogni attore continua ad essere portatore di aspettative, presupposti cognitivi, posizioni di potere, e ad avere ampi margini di autodeterminazione e negoziazione
[2a tappa]
Approccio "euristico" (da eurisko=ricerco)
[2a tappa]

Come l’approccio "partecipato" pone al centro la tappa attivazione, ma rispetto ad esso:

Misurare la riuscita di un progetto in base al conseguimento di un risultato predefinito può indurre a porre in secondo piano i "processi", che sono il risultato reale dell’intervento sociale le Si pone contro il processo di "etichettamento" , quel meccanismo che accentua la marginalità. p.es. : rivolgersi pubblicamente a ragazzi deboli, sviluppa identità e appartenenze emarginanti
  • La progettazione è intesa come prodotto di un percorso e non come luogo di partenza ("modello sinottico")
• Dalla tappa di attivazione può non scaturire un unico progetto bensì tanti sotto progetti tra loro connessi con un proprio percorso di progettazione, realizzazione e verifica
 
L’approccio euristico si fonda su un approfondito lavoro di ricerca, analisi del contesto, del problema, della comunità, e sulla presenza di ricerche basate sulla metodologia della ricerca-azione (action-ricerca) le Il progetto inteso come strumento di razionalità lineare risulta gravemente disturbante e inefficace, quando il successo di un intervento dipende da iniziative della popolazione o dall’operare integrato di molteplici soggetti organizzativi.
Torna su

A cura di:
Gianfranco Nicastri
Creation date : 2006-08-30 - Last updated : 2010-01-11

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »