Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


Mettete un segnalibro a questa risorsa! (è sufficiente andare sul logo per vedere il nome del servizio):


BlinkList: AssistentiSociali.org Blogger: AssistentiSociali.org Bloggers: AssistentiSociali.org Blogrolling: AssistentiSociali.org co.mments: AssistentiSociali.org Connotea: AssistentiSociali.org
Del.icio.us: AssistentiSociali.org De.lirio.us: AssistentiSociali.org Digg: AssistentiSociali.org Furl: AssistentiSociali.org Google: AssistentiSociali.org LinkaGoGo: AssistentiSociali.org
Ask Italia: AssistentiSociali.org YahooMyWeb: AssistentiSociali.org Ma.gnolia: AssistentiSociali.org Onlywire: AssistentiSociali.org Segnalo: AssistentiSociali.org Smarking: AssistentiSociali.org
Slashdot: AssistentiSociali.org Taggly: AssistentiSociali.org Technorati: AssistentiSociali.org Windows Live: AssistentiSociali.org Facebook: AssistentiSociali.org

Una nuova risorsa per gli assistenti sociali: una raccolta di siti selezionati, legati al mondo del sociale e divisi per categoria.

SocialDIR
Segnala gratis il tuo sito!

Scopri come seguendo questo link »
petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali

AssistentiSociali.org si fa promotore della petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali. Invitiamo tutti gli ospiti del sito a visitare la sezione relativa seguendo questo link.


Partner

I.T.A. Solution

Licenza del sito

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.5 License.

Questo sito adotta la Creative Commons License, salvo dove espressamente specificato. Per maggiori informazioni consulta la pagina Copyright.

NEWSLETTER

Ultimi inserimenti nel Blog

Ultimi inserimenti nel Forum

Libri di servizio sociale

RSS

Ricerca sul web

Novità, Avvisi, Utilità

La tradizione volontaria

Il volontariato in Italia ha tre grandi tradizioni:

Il Concilio Vaticano II° indetto da Giovanni XXIII° con il suo pontificato e i movimenti del ’68 mutò profondamente le radici dell’impegno del volontariato che sottolineò da allora con convinzione sempre crescente la centralità dell’uomo, la ricerca di una diversa qualità della vita, una forte spinta antiburocratica: non intendendo più tutto questo solo come oggetto di affermazione o rivendicazione di diritti ma come assunzione di responsabilità in prima persona come partecipazione che diventa effettiva corresponsabilità: l’attivazione positiva, si può dire, di quanto il 68 aveva proposto a livello di principi, ma che era poi degenerato nelle regole operative.

Nel volontariato si ritrovano negli anni settanta, gruppi e organismi di matrice cattolica, d’ispirazione cristiana: quantitativamente più numerosi; organismi e gruppi di matrice laica che comprendono sia la tradizione della solidarietà laicistica, come le Pubbliche Assistenze, la Federazione nazionale delle Associazioni di pubblica assistenza e soccorso, presente in modo molto attivo su tutto il territorio, sia iniziative come la Croce verde e la Croce bianca e anche tutta quell’area del laicato Cristiano che non ritiene però opportuna una dipendenza di carattere istituzionale e gerarchico dalla Chiesa.

All’interno di questa tendenza nasce nel 1978 nasce il Movimento di volontariato Italiano, che si definisce appunto nella scelta di impegnarsi affianco e insieme a qualsiasi cittadino credente e non, ma disponibile al servizio dell’uomo: nel mondo del volontariato è inoltre molto viva la collaborazione tra il laico cristiano e il non cristiano. In questo periodo e intorno a queste esperienze nasce la prima definizione del volontario e del volontariato elaborata a Napoli in un convegno promosso dalla Caritas e adottato sperimentalmente: il volontario è un cittadino che adempiuti i suoi doveri di Stato (famiglia, professione, ecc.) pone se stesso a gratuita disposizione della comunità. E gli impegni e le sue capacità, i mezzi che possiede, il suo tempo con risposta creativa ai bisogni emergenti, prioritariamente dai cittadini del suo territorio; ciò attraverso un impegno continuo di preparazione, di servizio e d’intervento a livello individuale o preferibilmente di gruppo, evitando ogni inutile parallelismo con le attività dello Stato.


Indice
A cura di:
Marta Caligiuri
Creation date : 2007-05-06 - Last updated : 2010-03-10

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »