Questo sito utilizza diversi tipi di cookie, sia tecnici sia quelli di profilazione di terze parti, per analisi interne e per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze manifestate nell'ambito della navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se chiudi questo banner o prosegui la navigazione acconsenti all'uso di tutti cookie.

| |

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »


Mettete un segnalibro a questa risorsa! (è sufficiente andare sul logo per vedere il nome del servizio):


BlinkList: AssistentiSociali.org Blogger: AssistentiSociali.org Bloggers: AssistentiSociali.org Blogrolling: AssistentiSociali.org co.mments: AssistentiSociali.org Connotea: AssistentiSociali.org
Del.icio.us: AssistentiSociali.org De.lirio.us: AssistentiSociali.org Digg: AssistentiSociali.org Furl: AssistentiSociali.org Google: AssistentiSociali.org LinkaGoGo: AssistentiSociali.org
Ask Italia: AssistentiSociali.org YahooMyWeb: AssistentiSociali.org Ma.gnolia: AssistentiSociali.org Onlywire: AssistentiSociali.org Segnalo: AssistentiSociali.org Smarking: AssistentiSociali.org
Slashdot: AssistentiSociali.org Taggly: AssistentiSociali.org Technorati: AssistentiSociali.org Windows Live: AssistentiSociali.org Facebook: AssistentiSociali.org

Una nuova risorsa per gli assistenti sociali: una raccolta di siti selezionati, legati al mondo del sociale e divisi per categoria.

SocialDIR
Segnala gratis il tuo sito!

Scopri come seguendo questo link »
petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali

AssistentiSociali.org si fa promotore della petizione per la tutela dell'immagine pubblica degli assistenti sociali. Invitiamo tutti gli ospiti del sito a visitare la sezione relativa seguendo questo link.


Partner

I.T.A. Solution

Licenza del sito

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.5 License.

Questo sito adotta la Creative Commons License, salvo dove espressamente specificato. Per maggiori informazioni consulta la pagina Copyright.

NEWSLETTER

Ultimi inserimenti nel Blog

Ultimi inserimenti nel Forum

Libri di servizio sociale

RSS

Ricerca sul web

Novità, Avvisi, Utilità

Il Tribunale per i Minorenni

Composizione

Il T.M. è composto da giudici togati e giudici onorari. Questi ultimi vengono scelti tra i cittadini benemeriti dell’attività sociale, cultori di biologia, di psichiatria, di antropologia criminale, di pedagogia, di pediatria, di psicologia e sociologia che abbiano compiuto il trentesimo anno. Ogni decisione del tribunale viene adottata da un collegio che è presieduto da un magistrato togato con funzioni di Presidente, cui si affiancano un altro giudice togato (denominato giudice a latere o relatore, con funzioni istruttorie) e due giudici onorari (un uomo ed una donna).

Le decisioni vengono prese nel corso di udienze di vario tipo, a seconda del tipo di procedimento trattato. Nel T.M. vengono tenute udienze in camera di consiglio (cioè senza l’intervento delle parti e del pubblico) e udienze collegiali (cioè con l’intervento delle parti ma pur sempre senza il pubblico, perché relative a minorenni).

In caso di impugnazione contro i provvedimenti del TM è competente a decidere la Corte d’Appello con apposita sezione, nominata ogni anno dal Presidente, composta da tre giudici togati e due onorari.
In seguito all’impugnazione successiva ad una pronuncia di una Corte d'Appello, giudica la Cassazione, ultimo grado di giudizio del nostro sistema.

Quest’organo non giudica sul fatto, ma sul diritto: ciò significa che non può occuparsi di riesaminare i presupposti di merito (ad es. veridicità di una relazione sociale), bensì può solo verificare che sia stata applicata correttamente la legge e che il processo nei gradi precedenti si sia svolto secondo le regole. Per tale sua natura, non sono previste composizioni "miste" nemmeno quando vengono affrontate questioni relative a minori.

Anche questa Corte è composta da 5 membri (dove ritroviamo sempre un Presidente e un giudice relatore). I giudici della Corte d’appello e di Cassazione vengono anche chiamati "consiglieri". In entrambi i giudizi inoltre, siano essi civili o penali, troviamo la figura del Pubblico Ministero (appartenente alla Procura Generale presso la rispettiva Corte).


:: menu ::

A cura di:
Dario Vinci

Documento soggetto a copyright.

Creation date : 2010-02-06 - Last updated : 2011-02-05

Spazio libero per la tua pubblicità,
contattaci »